fbpx

Quali sono i diversi tipi di telescopi (lo sapresti?)

Quali sono i diversi tipi di telescopi

Con il loro potere di raccogliere la luce, i telescopi sono senza dubbio gli strumenti investigativi più importanti nel mondo dell'astronomia. Ingrandiscono e risolvono la visione dello spazio, permettendoci di esplorare i lontani oggetti celesti che non potremmo mai vedere a occhio nudo.

I telescopi raccolgono, stabiliscono e focalizzano la luce dal cielo notturno e la ingrandiscono per produrre immagini che forniscono maggiori dettagli sugli oggetti distanti. I telescopi forniscono anche un mezzo per raccogliere e analizzare le radiazioni dagli oggetti del cielo profondo, anche quelli nelle zone più lontane dell'universo.

Tuttavia, non funzionano tutti allo stesso modo.

Dai telescopi riflettenti ai rifrattori e ai cannocchiali catadiottrici, questi dispositivi assumono una vasta gamma di design e prestazioni in varie dimensioni.

Alcuni sono abbastanza convenienti e ottimi per iniziare l'astronomia, mentre altri sono di fascia alta e costosi, sviluppati per i professionisti, con le caratteristiche più recenti e ingegnose per esplorare galassie lontane.

Per aiutare a chiarire i vari tipi di telescopi, di seguito abbiamo condiviso una rapida panoramica e un articolo completo in seguito, discutendo ciascuno di questi strumenti investigativi in ​​modo più dettagliato.

Un po' di terminologia del telescopio

Un po' di terminologia del telescopio

Ci sono vari termini usati per descrivere le caratteristiche e le proprietà di un telescopio. Conoscere queste specifiche e capire cosa significano ti aiuterà a interpretare le informazioni presenti su un telescopio.

Apertura

L'apertura di un telescopio è probabilmente la specifica di pattern più importante. L'apertura rappresenta la portata della luce che un telescopio è in grado di raccogliere. L'apertura è determinata dalle dimensioni della lente primaria o dello specchio nel telescopio.

I telescopi con un'apertura maggiore cattureranno più luce, producendo un'immagine più luminosa e pulita in grado di risolvere oggetti e dettagli celesti più fini rispetto a un telescopio con un'apertura più piccola.

Sorprendentemente, questa caratteristica non ha una relazione diretta con l'ingrandimento del telescopio. Una grande apertura è desiderabile, ma d'altra parte, i telescopi con grandi aperture sono generalmente molto ingombranti e pesanti e potenzialmente molto costosi.

Lunghezza focale

La lunghezza focale si riferisce semplicemente alla distanza tra l'obiettivo/gli specchi primari e il punto in cui l'immagine dell'oggetto è a fuoco. I telescopi più lunghi tendono ad avere lunghezze focali più solitarie, ma non è sempre così, poiché alcuni modelli possono manipolare il percorso della luce.

La lunghezza focale nei telescopi viene utilizzata per determinare lo spettro ingrandito da un determinato telescopio. L'ingrandimento di un telescopio può essere ottenuto dividendo la lunghezza focale del telescopio per la lunghezza focale dell'oculare impiegato.

Ad esempio, avere un oculare da 25 mm in un telescopio con una lunghezza focale di 1200 mm fornirebbe un ingrandimento fino a 48 volte. Sebbene possa essere allettante ingrandire il più in alto possibile, ingrandimenti elevati non sono sempre possibili, o addirittura desiderabili.

Gli alti ingrandimenti sono spesso limitati dalle condizioni atmosferiche durante la visualizzazione e dall'apertura del telescopio (la capacità di risolvere le immagini). L'uso di telescopi ad alti ingrandimenti porta anche a un campo visivo ristretto o alla possibilità di osservare meno del cielo.

Rapporto focale (Rapporto F/Numero F)

Questo è semplicemente il numero che presenta la relazione tra l'apertura e il punto focale di un telescopio. Il rapporto focale può essere determinato dividendo la lunghezza focale per l'apertura.

Nella maggior parte dei telescopi, i rapporti focali di solito vanno da f/4 a f/144. I modelli con un rapporto focale inferiore (f/4 – f/6) sono spesso associati a ingrandimenti inferiori.

Con la loro apertura, questi telescopi offrono campi visivi più ampi, il che li rende ideali per l'astrofotografia. Tuttavia, sono più suscettibili di incontrare alcune forme di distorsione ottica.

È noto che i telescopi con rapporti focali maggiori (f/10 – f/14) offrono ingrandimenti maggiori rispetto alla dimensione dell'apertura. Forniscono campi visivi ristretti e sono preferiti per attività che richiedono ingrandimenti elevati come l'osservazione di pianeti, luna o stelle doppie.

I numeri non determinano le prestazioni di per sé, ma suggeriscono come si comporterà il telescopio e di cosa è più o meno capace.

Diversi tipi di telescopi

Diversi tipi di telescopi

Ora, è qui che la scelta dei telescopi diventa più eccitante e alquanto confusa. Questi dispositivi sono disponibili in diversi modelli e ogni costruzione ha i suoi pro e contro. In generale, la maggior parte dei telescopi rientrerà in una di queste tre categorie principali:

  • Telescopi rifrattori (rifrattori)
  • Telescopi riflettenti (riflettori)
  • Telescopi catadiottrici (scopi composti)
Guarda anche
Immagini straordinarie dal telescopio spaziale James Webb

Ognuno di questi tipi di telescopi è disponibile in molte varianti e design ibridi, alcuni dei quali sono in circolazione dal 1600.

In parole povere, i telescopi rifrattori sono progettati con lenti per mettere a fuoco la luce, mentre i telescopi riflettori sono costruiti con specchi che riflettono la luce a fuoco. I cannocchiali catadiottrici nel frattempo sono progettati per utilizzare una combinazione di specchi e lenti.

Nota che potresti imbatterti in altri termini per tipi di telescopi come "Schmidt-Cassegrain" o "Dobson", ma la maggior parte di essi sono in realtà varianti dei tre di base.

Ad esempio, uno "Schmidt-Cassegrain" è un tipo di catadiottrico mentre un "Dobson" è un tipo di telescopio riflettore.

Telescopi di classe consumer e professionale

I telescopi possono variare di prezzo da un minimo di $ 200 a un massimo di diecimila. Normalmente, solo le istituzioni scientifiche e i migliori professionisti distribuiranno più di $ 10,000 su un telescopio. Ma questo non significa che la persona media non abbia la possibilità di esplorare i cieli.

C'è un'intera gamma di telescopi disponibili per chiunque sia interessato ad esplorare il cielo. Che tu sia un professionista o un principiante, ci sono molte opzioni appositamente progettate per la persona media per l'hobbista più esperto.

Inoltre, sono fondamentalmente dotati degli strumenti e delle funzionalità necessari per aiutarti a trovare, tracciare e osservare diversi oggetti celesti.

Telescopi rifrattori

Telescopi rifrattori

I telescopi rifrattori, comunemente noti come rifrattori, sono il tipo di telescopi sviluppati con lenti appositamente progettate che rifrangono la luce, inviandola lungo un percorso focale (percorso della luce) all'interno del tubo del telescopio.

Questi obiettivi/obiettivi fungono da unità di messa a fuoco principale in cui la luce viene rifratta mentre passa attraverso il tubo per fornire un'immagine nitida con una distorsione minima.

Questi telescopi sono generalmente lunghi rispetto alle loro dimensioni perché la luce scorre in un percorso rettilineo attraverso il tubo del telescopio fino all'oculare. I rifrattori con obiettivi più grandi dispongono fondamentalmente di un tubo ottico più lungo per mettere a fuoco l'immagine.

I rifrattori più grandi sono generalmente costosi principalmente perché le lenti grandi sono complesse e costose da produrre con un'alta qualità.

Detto questo, tuttavia, la maggior parte dei rifrattori sono in genere più piccoli rispetto ad altri tipi di telescopi, il che li rende uno dei telescopi più portatili disponibili sul mercato.

È bene notare che i moderni telescopi rifrattori sono ora disponibili in due stili: acromatico e apocromatico. Entrambi gli stili sono sviluppati con varie capacità per ridurre l'aberrazione cromatica o meglio la distorsione/dispersione del colore, che è un aspetto negativo comune alla maggior parte degli obiettivi.

L'aberrazione cromatica si verifica quando le lenti non sono in grado di focalizzare tutte le lunghezze d'onda sullo stesso piano focale e/o quando le lunghezze d'onda sono focalizzate su parti diverse del piano focale, portando a una mancata corrispondenza del colore nel punto focale.

Ciò significa che potresti riscontrare frange/dispersioni di colore visibili, specialmente ad alto ingrandimento, anche se dipende principalmente dal tipo di lenti utilizzate per l'ottica.

Esistono vari modi per ridurre al minimo l'aberrazione cromatica. Ad esempio, è possibile utilizzare più obiettivi di compensazione per compensare la distorsione o in alternativa aumentare la lunghezza focale dell'obiettivo per contrastare l'effetto. Di seguito una rapida panoramica dei due tipi di telescopi rifrattori:

rifrattori apocromatici

I rifrattori apocromatici o apocromatici hanno lenti/obiettivi costruiti con materiali speciali a bassissima dispersione.

Questo particolare design è in grado di mettere a fuoco tre lunghezze d'onda, solitamente verde, blu e rossa sullo stesso piano. Inoltre, la varianza del colore residuo può essere ridotta al minimo a una grandezza inferiore a quella di una lente acromatica.

Dati i materiali speciali coinvolti nella fabbricazione, i rifrattori apocromatici sono generalmente più costosi rispetto ad altri modelli con apertura comparabile. In effetti, questi modelli erano estremamente costosi ma i prezzi sono diminuiti notevolmente negli ultimi anni.

Per fortuna, la tecnologia attuale gioca un ruolo essenziale nell'integrare i vantaggi di un rifrattore a tubo lungo e uno a tubo corto a un costo. Gli apocromatici o gli APO sono dotati di lenti sviluppate con occhiali a bassissima dispersione (ED) insieme ad altri materiali per compensare considerevolmente i falsi colori.

Ciò consente ai produttori di produrre rifrattori che sono effettivamente privi di colore con rapporti focali brevi. Aiuta anche ad alleviare il problema dei tubi troppo lunghi, consentendo a questi cannocchiali di fornire generosi mirini ad ampio campo a bassi ingrandimenti e splendide immagini ad alta potenza.

Guarda anche
Difesa Planetaria - Cosa sappiamo finora

Sebbene siano ancora eccellenti, i modelli più economici sono spesso contrassegnati come rifrattori ED e non APO. I prezzi tendono a variare molto, ma la differenza è relativamente soggettiva.

Un rifrattore ED può essere un'ottima scelta per chi cerca uno strumento serio e altamente versatile o per gli astronomi che possono tollerare la portata limitata dell'immagine e della risoluzione spesso associate a una piccola apertura.

rifrattori acromatici

I rifrattori acromatici o acromatici hanno lenti costruite con selce convenzionale e vetro a corona. Il colore distorto è praticamente invisibile quando il rapporto focale è almeno tre volte l'apertura.

Ad esempio, per viste planetarie ottimali, un acromatico da 3 pollici dovrebbe essere f/9 con una lunghezza focale di 3 x 9 = 27 pollici, che è una dimensione del tubo complessivamente gestibile.

Tuttavia, per funzionare ugualmente bene con un acromatico da 6 pollici ad alta potenza, dovrebbe essere almeno f/8, con un tubo lungo 9 piedi o 6 x 18 pollici.

Nel complesso, vale la pena prendere in considerazione i telescopi rifrattori, ed ecco perché:

Nonostante l'aberrazione cromatica, i telescopi rifrattori sono praticamente affidabili. Con un corretto allineamento, si dice che il sistema ottico sia più resistente al disallineamento rispetto a quello di un telescopio riflettore.

Anche la superficie di vetro all'interno del tubo è coperta per ridurre al minimo la polvere e altri disturbi dell'obiettivo, il che ha anche ridotto la necessità di pulire l'obiettivo.

È noto che i rifrattori di alta qualità forniscono immagini nitide e ad alto contrasto con un ingrandimento eccellente, rendendoli un'ottima scelta per l'astrofotografia e la visualizzazione planetaria/lunare.

Inoltre, sono generalmente più piccoli e più portatili di altri tipi di telescopi. Ciò significa che non è necessario avere una grande montatura per telescopio equatoriale come faresti per alcuni dei modelli più grandi là fuori.

Telescopi riflettori

Telescopi riflettori

A differenza dei rifrattori, i telescopi riflettori sono dotati di uno specchio sferico che si piega verso l'interno per riflettere la luce a vari angoli all'interno del tubo ottico. Questa luce viaggia lungo un tubo in uno specchio secondario vicino alla parte superiore del tubo, focalizzando la luce nell'oculare.

Si dice che i telescopi riflettenti abbiano il miglior rapporto qualità-prezzo perché offrono la massima apertura. Ad esempio, un rifrattore da sei pollici di diametro può costare fino a dieci volte il costo di un riflettore newtoniano da sei pollici.

In effetti, il telescopio più comune in questa categoria è il riflettore newtoniano,che come avrai intuito è stato inventato da Sir Isaac Newton.

Considerando che i grandi specchi sono più facili da produrre rispetto agli obiettivi grandi, è facile aspettarsi che i telescopi riflettori siano meno costosi dei rifrattori a grandi aperture. La maggior parte dei telescopi riflettenti sono i migliori per osservare pianeti come Marte, Giove e Saturno.

Tuttavia, il fatto che la luce non debba viaggiare in linea retta fa sì che i riflettori siano generalmente più corti dei rifrattori della stessa apertura.

La presenza di uno specchio primario sferico piegato verso l'interno piuttosto che di una lente di vetro riduce anche l'aberrazione cromatica poiché le lunghezze d'onda si riflettono dagli specchi in un unico punto.

D'altra parte, però, il fatto che la luce non debba viaggiare in linea retta rende i riflettori generalmente più corti dei rifrattori della stessa apertura.

Questi tipi di telescopi possono anche perdere l'allineamento abbastanza facilmente. E con un tubo completamente aperto esposto, l'ottica richiede una pulizia regolare.

Oltre a questo, i riflettori possono essere di grande valore con molte comodità.

Possono diventare piuttosto grandi e sono disponibili in commercio in una varietà di dimensioni. Dopotutto, l'acquisto del riflettore più grande che ti puoi permettere è un ottimo approccio al budget per ottenere un cannocchiale ad alta apertura. Devi solo assicurarti di poterlo riporre e trasportare in sicurezza.

Catadiottria

Catadiottria

Tra i diversi tipi di telescopi, abbiamo il Catadiottrico. In poche parole, i telescopi catadiottrici o composti sono un ibrido basato sia su telescopi rifrattori che riflettenti. Il nome era effettivamente derivato dai due nomi; rifrattori (diottria) e riflettori (catoptrici).

Combinano i vantaggi ottici di specchi e obiettivi in ​​un pacchetto compatto, rendendoli più piccoli e più portatili rispetto ai riflettori o ai rifrattori della stessa apertura.

L'interno del tubo è dotato di una lente correttiva che ingrandisce la luce in ingresso internamente. In questo caso, la luce viene riflessa da uno specchio primario a uno specchio secondario e quindi riflessa di nuovo allo specchio primario e all'oculare.

Ci sono molte variazioni in questa categoria, ma alcune delle più comuni includono i telescopi Maksutov-Cassegrain e Schmidt-Cassegrain.

Guarda anche
Esopianeti: altri mondi che ti affascineranno!

Queste due opzioni hanno una piastra di correzione anteriore, che è una lente, uno specchio primario posteriore con un foro al centro e un riflettore secondario che è normalmente fissato alla piastra corretta.

Poiché è progettato con specchi proprio come un riflettore, un telescopio catadiottrico richiederà occasionali collimazioni ottiche. Questa procedura deve essere eseguita molto meno frequentemente per evitare di compromettere l'integrità dell'ambito del composto.

A causa delle loro dimensioni compatte e portabilità, è probabile che i telescopi catadiottrici siano più convenienti dei riflettori della stessa classe, rendendoli un investimento considerevole sia per gli utenti medi che per i professionisti avanzati.

Detto questo, hanno anche il loro aspetto negativo. La maggior parte dei modelli catadiottrici ha un rapporto focale di f/10, il che significa che potrebbero non essere in grado di produrre campi visivi a bassa potenza notevolmente ampi.

Alcuni modelli, tuttavia, consentono un po' di regolazione della focale per gestire il rapporto focale adeguato a f/6 circa, il che può fornire una notevole raffinatezza.

Per quanto riguarda il costo, i telescopi catadiottrici si collocano a metà strada tra il rifrattore e il riflettore. Come i newtoniani, i comuni telescopi catadiottrici sono progettati con uno specchio secondario nel percorso della luce. Questo impedisce solo i risultati per la visione lunare e planetaria ad alto ingrandimento.

I telescopi catadiottrici impiegano anche più tempo a raffreddarsi rispetto a qualsiasi altro tipo, il che potrebbe compromettere la loro capacità di produrre immagini ad alta potenza.

I telescopi catadiottrici, quindi, potrebbero non essere davvero l'opzione migliore, specialmente per rapide e casuali viste del cielo, a meno che non sia d'accordo con te lasciare il telescopio fuori per un po' per pre-raffreddare.

Anche così, con una corretta costruzione, un telescopio Maksutov o Schmidt-Cassegrain fornirà immagini soddisfacenti di un'ampia varietà di oggetti celesti.

Telescopi Dobson

Bene, questa è probabilmente l'unica categoria che assomiglia meno a un telescopio.

Ma è anche una raccomandazione facile per chiunque cerchi il suo primo telescopio o qualcuno che vuole qualcosa con una grande apertura e facilità d'uso a un prezzo economico.

I telescopi Dobson sono fondamentalmente telescopi riflettori, di solito abbastanza grandi, che si trovano su una montatura per telescopio robusta e facile da usare.

La montatura del telescopio dichiarata è in genere poco costosa ed è stata sviluppata e resa popolare da Jon Dobson. Ciò comporta alcuni vantaggi e svantaggi.

Il lato positivo è che c'è la semplicità. I telescopi Dobson funzionano in modo molto intuitivo poiché la montatura si sposta solo a destra e a sinistra (asse azimutale) e su e giù (asse di altitudine), rispetto a una montatura equatoriale che ha lo scopo di compensare la rotazione della terra.

Un altro grande vantaggio è la facilità d'uso. Un telescopio Dobson può essere installato in pochi minuti con un piccolo sforzo. In effetti, dovrai solo sollevare il tubo del telescopio sulla montatura e fissarlo in posizione.

In termini di costi, i telescopi Dobson sono abbastanza economici, il che può essere attribuito al fatto che non richiedono montature per carichi pesanti per sostenere tutto il peso dello strumento.

Detto questo, tuttavia, anche i telescopi Dobson hanno i loro difetti. Sono ancora telescopi riflettori, il che significa che condividono lo stesso design del tubo ottico ed elementi ottici.

Il fatto che non siano montati equatorialmente significa anche che non seguono gli oggetti facilmente come altri modelli, rendendoli inadatti a qualsiasi cosa al di là delle modeste forme di astrofotografia.

Per qualcuno che non conosce il mondo dell'astronomia, o che cerca un telescopio che sia economico e abbastanza grande per la pura osservazione visiva celeste, un telescopio Dobson è più che una degna considerazione, sia per gli astronomi principianti che per quelli esperti.

Tieni presente che non ha un aspetto elegante e non offre molto spazio per miglioramenti come i design di altri telescopi.

Radiotelescopi

Come suggerisce il nome, i radiotelescopi sono progettati per utilizzare le onde radio per produrre immagini di oggetti celesti distanti. Nota che ogni oggetto nel cielo emette onde radio. Queste onde sono risolte da enormi antenne che hanno grandi antenne attaccate.

In altre parole, i radiotelescopi sono quegli enormi piatti che vedi con tre raggi nel mezzo. Tuttavia, normalmente i radiotelescopi non vengono utilizzati dagli astrofili.

Telescopio a raggi X e raggi gamma

Come i radiotelescopi, i telescopi a raggi X e gamma sono progettati per utilizzare i raggi dei soli, delle stelle e delle supernove per produrre le loro immagini. Questo è il modo in cui gli astronomi possono vedere gli eventi che hanno luogo nello spazio profondo come supernove e buchi neri.

Guarda anche
Meteore, meteoroidi e meteoriti, oh mio!

I telescopi a raggi gamma, in particolare, rilevano l'esplosione di raggi gamma che aiutano a confermare eventi che si verificano nello spazio che sono piuttosto difficili/impossibili da rilevare con conferma visiva.

Il fatto che questi telescopi vengano utilizzati ad altitudini elevate significa che le immagini difficilmente subiranno distorsioni dovute all'inquinamento.

Scegliere l'ambito giusto per te

Scegliere l'ambito giusto per te

Quindi quale telescopio ti si addice di più? Bene, normalmente, vorresti avere il telescopio più grande che puoi facilmente permetterti e trasportare. Tuttavia, potresti avere delle esigenze specifiche che potrebbero farti riconsiderare l'acquisto di un telescopio solo in base alle dimensioni.

Per i principianti e gli astronomi dilettanti che desiderano acquistare il loro primo telescopio, è importante avere una chiara comprensione di ciò per cui lo si desidera utilizzare.

È per la visione visiva e fotografica o per la visione del cielo profondo planetario? Quanto sei disposto a spendere e quale livello di complessità intendi affrontare?

Rispondere a queste domande ti aiuterà a familiarizzare con ciò che c'è sul mercato e ad aumentare le tue probabilità di ottenere un telescopio che soddisfi al meglio le tue esigenze e preferenze.

Con qualsiasi telescopio astronomico, l'obiettivo principale del gruppo del tubo ottico è raccogliere la luce, cosa che fanno praticamente bene.

Sebbene le persone spesso si concentrino troppo sull'ingrandimento del telescopio, in realtà non è più importante della lunghezza focale e dell'apertura desiderate.

I telescopi newtoniani generalmente rientrano nella gamma F4 e F8. Sono un po' più complessi sulla capacità di correzione dell'oculare, ma c'è un dispositivo chiamato correttore di coma che può aiutare con questo.

Oppure puoi semplicemente scegliere oculari migliori e più costosi per avere un'immagine nitida su tutto il cannocchiale. Per la maggior parte delle persone, tuttavia, una piccola distorsione dei bordi è tollerabile.

Se stai pianificando l'osservazione del cielo profondo o l'astrofotografia ad ampio raggio di oggetti celesti distanti, potresti prendere in considerazione la scelta di un grande riflettore.

Nel frattempo, se si desidera un alto grado di flessibilità in ciò che si osserva, un telescopio composto come lo Schmidt-Cassegrain sarebbe una facile raccomandazione in quanto vi darà molte opzioni su come indirizzare la vostra esperienza visiva e di imaging.

Mentre soppeserai i loro pro e contro e tenendo presente il tuo budget disponibile, sarà saggio scegliere uno strumento che ti aiuterà a ottenere il massimo divertimento che puoi ottenere dal cielo notturno.

Considerazioni finali

Considerazioni finali

Come abbiamo visto, ci sono diversi fattori che concorrono a decidere quale tipo di telescopio si adatta meglio a te. Diversi modelli di telescopi hanno diversi livelli di capacità, punti di forza e di debolezza, il che significa che alcuni saranno più adatti per determinate cose e non per altre.

Inoltre, i design dei telescopi variano in base a chi sta utilizzando il compito per cui sono stati creati. Gli astronomi dilettanti potrebbero prendere un telescopio in base al prezzo e al tipo di lenti utilizzate. Il tutto dovrebbe essere compatto e facile da trasportare se hai intenzione di viaggiare con esso.

La lente e lo specchio tendono ad avere un impatto drammatico sugli oggetti celesti che l'osservatore sarà in grado di vedere. Pertanto, questa dovrebbe essere una considerazione al momento dell'acquisto.

Altre cose importanti da considerare includono l'area di astronomia che si desidera intraprendere sulla configurazione dello strumento.

Mentre la distanza da un luogo con cieli bui può rendere la portabilità più o meno importante, anche le preferenze personali soggettive come la forza e la mobilità possono limitare le scelte.

Altrimenti, c'è un telescopio perfetto là fuori che ti aspetta. E come suggeriscono gli astronomi esperti, il miglior telescopio è quello che ami; quello che usi di più. Quindi il punto qui è quello di ottenere uno strumento che sarai ansioso di usare ogni notte serena.

Un'altra cosa: considera di contattare il tuo club di astronomia locale. Potrebbero avere alcune sessioni di osservazione del cielo notturno in cui puoi provare diversi telescopi, chattare con i loro proprietari e cogliere maggiori dettagli per un telescopio serio.

La condivisione è la cura!

Miranda Sharp

Miranda Sharp

Sono un assistente editoriale con sede nel sud-est asiatico che ha viaggiato in tutto il mondo. Mi occupo principalmente dei fusi orari LATAM gestendo il lato contenuto delle cose qui. Nei fine settimana, mi troverai a guardare Grey's Anatomy e la pletora di drammi sdolcinati di Netflix o sgranocchiare piatti che avrei distribuito da MasterChef

Post correlati

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Scorrere fino a Top